Bella la nuova edizione Odoya, per carità, ma vuoi mettere? La forma oblunga, stile guida del Touring; la carta spessa, il rosso della copertina… il tipico stile Sugar, insomma, della seconda metà degli anni Sessanta, e pazienza se il Lord Halifax’s Ghost Book (prima edizione 1936) è tutto meno che una Guida ai fantasmi inglesi. Gli è che alla Sugar, dopo il successo della Guida all’Italia leggendaria, misteriosa, insolita, fantastica (1966) s’erano fissati con le guide: ai misteri e alle leggende delle varie regioni italiane, per esempio, ma anche al carattere (di Leo Talamonti), ai misteri e piaceri della politica o ai piaceri delle principali capitali europee, e fino alla Guida internazionale del playboy (di Jack Matcha). Ci ritorneremo.

993aac3834a9804da3844ab3851bf354

Il titolo Odoya – Storie di fantasmi – è in questo senso più fedele, ma non completamente: perché il Libro dei fantasmi di Lord Halifax non è una guida, ma nemmeno una raccolta di racconti come la intenderemmo oggi. Insomma, Lord Halifax non è né M.R. né Henry James, e il Libro dei fantasmi è – in realtà – un oggetto testuale molto particolare, di un genere di cui, dopo la fine dell’età vittoriana, si sono smarrite le tracce: una raccolta manoscritta – uno zibaldone, verrebbe da dire – di storie soprannaturali, lette, udite o raccolte in giro; e da ritirar fuori, di tanto in tanto, per intrattenere gli ospiti o mettere a nanna i bambini. Nelle intenzioni di Lord Halifax, non era nemmeno da dare alle stampe: l’avrebbe fatto suo figlio, dopo la morte – sopravvenuta a novantacinque anni – del padre.

51UoY04HBGL.jpg

Insomma, un volume -come tanti del suo genere – che rimanda a una sfera orale, sociale, performativa, e che a quella sfera dovrebbe ritornare: non un libro da lettura silenziosa, dunque, ma da recuperare – magari nei giorni intorno al Natale – per riscoprire il piacere di spaventarsi a vicenda.

Lord Halifax, Guida ai fantasmi inglesi, traduzione di Luciana Marchi Pugliese, Milano, Sugar, 1968.

Libraccio, Viale Vittorio Veneto 22, Milano. 18 agosto 2015, € 10.

 

Annunci